Skip to content

Eliminazione solventi / desorbimento contaminanti volatili leggeri

Per eliminare i solventi dall'acqua, la ditta PRANTNER offre una serie di stripper ad alto potenziale in varie forme e dimensioni:

  • Impianti di strippaggio
  • Stripper compatti
  • Stripper con la tecnica del vuoto

Procedimento

Lo strippaggio è un procedimento fisico per eliminare sostanze indesiderate dall'acqua. Le sostanze indesiderate si possono strippare dalla fase liquida, se la concentrazione dei contaminanti nella fase gassosa (aria di strippaggio) è inferiore alla concentrazione dei contaminanti contenuti nella fase liquida in presenza dell'equilibrio chimico. Questa equazione di equilibrio viene descritta come Legge di Henry e dipende dal tipo di sostanza, dalla pressione e dalla temperatura.

Impianti di strippaggio

Questo tipo di impianto è indicato in presenza di contaminanti ben strippabili come gli idrocarburi clorurati (tetracloroetilene, tricoloroetilene) o gli idrocarburi aromatici (benzene, toluolo, xilolene). Gli impianti di strippaggio con colonne di riempimento ad azionamento atmosferico della ditta PRANTNER vengono impiegati con successo anche in presenza di sostanze difficilmente strippabili come il metil-t-butil etere e i tetraidrofurani. Possono essere utilizzati altresì in presenza di bassi contenuti di contaminanti (quando non è necessario il trattamento dell'aria) oppure nei casi in cui non siano disponibili tecniche efficienti o a buon mercato.

Impinato di strippaggio a colonna di riempimento

Gli stripper compatti stanno davvero dappertutto!

Gli stripper compatti hanno colonne costituite da uno o più piatti forati, disposti uno sopra l'altro. Lo scambio delle sostanze avviene nella zona di rigogliamento dei singoli piatti.

Questo metodo ha diversi vantaggi:

lo stripper compatto può rapidamente essere smontabile e rimontato (senza l'utilizzo di viti), non ha colonne di riempimento, la struttura è particolarmente compatta e può essere sistemato veramente dappertutto.

La ditta PRANTNER può realizzare le colonne di piatti forati anche in una struttura discontinua: in questo caso parliamo di impianti conosciuti e commercializzati come evaporatori a film (naturale).

Gli impianti di strippaggio sotto vuoto funzionano con una depressione tra -0,5 e 0,9 bar e producono una quantità di aria esausta decisamente minore.

Con gli impianti della ditta PRANTNER si possono strippare efficacemente i seguenti contaminanti

  • idrocarburi clorurati come i per- o tricloruri o il cloruri di vinile, il clorobenzolo ecc.
  • idrocarburi aromatici come il benzene, il toluolo, il xilolo ecc.
  • idrocarburi alifatici come i carburanti per i motori a scoppio
  • i metil-t-butil eteri e gli etil-t-butil eteri (MTBE/ ETBE)
  • altri solventi come i tetraidrofurani ecc.
  • ammoniaca
  • acido solfidrico.

Gli impianti di strippaggio e desorbimento della ditta PRANTNER vengono realizzati in polietilene (PE), acciaio o acciaio rivestito di materiale plastico. All'interno delle varie dimensioni standard si possono alloggiare uno o più stadi. Tutti gli impianti vengono concepiti con strutture modulari in modo da poter essere facilmente ampliati o modificati secondo le esigenze.

Siamo in grado di calcolare la capacità di strippaggio con una precisione tale, da rendere l'acqua perfettamente riutilizzabile. Gli stripper della ditta PRANTNER trovano impiego inoltre anche nel settore della potabilizzazione. Chiedete un preventivo.