Skip to content

Ossidazione catalitica dell'ammoniaca

Ossidazione catalitica dell'ammoniaca

La ditta PRANTNER utilizza un sistema catalitico particolare per l'ossidazione dei flussi d'aria contenenti ammoniaca, che riduce l'ammoniaca in maniera selettiva in azoto elementare ed ecocompatibile. A causa dell'attività catalitica a efficienza selettiva, la quota di formazione di NOx è talmente bassa che i valori limite di legge, imposti per i protossidi di azoto, possono essere garantiti anche in presenza di forti concentrazioni di ammoniaca.

La combinazione del catalizzatore selettivo e dei ben conosciuti procedimenti recuperativi e rigenerativi consente di eliminare efficacemente i gas carichi di ammoniaca provenienti dai diversi processi industriali.

L'ossidazione catalitica applicata per il trattamenti di aria esausta contenente ammoniaca viene utilizzata in diversi settori industriali, quali ad esempio:

  • i processi di asciugatura
  • i processi di produzione chimica
  • gli impianti di verniciatura
  • l'industria alimentare
  • il trattamento dell'aria esausta di impianti di desorbimento

Procedimento

L'aria di processo viene aspirata da un soffiante e riscaldata, grazie all'aria già trattata, nello scambiatore termico. In seguito l'aria viene riscaldata con un bruciatore elettrico o a gas fino alla temperatura necessaria per dar luogo alla reazione. Infine l'aria viene ridotta ad azoto elementare e acqua nel reattore catalitico.

L'ossidazione avviene in genere in un reattore appositamente dimensionato a una temperatura compresa fra 280°C e 450°C. In seguito, dopo aver rilasciato il suo calore all'aria di processo in entrata, l'aria trattata viene convogliata al camino ed emessa nell'atmosfera.